calciomercato Juventus, Ghirardi: “Per Giovinco basta un minuto. Voglio Del Piero a Parma!” -

La Juventus tra passato e futuro. Il calciomercato dei bianconeri é proiettato già  alla prossima stagione, quando saluterà  lo storico capitano, Alex Del Piero, che dovrà  essere rimpiazzato con un giocatore che non ne faccia rimpiangere l’immensa classe. E, in questo senso, le voci di un ritorno a Torino di Sebastian Giovinco si fanno sempre più frequenti.

Passaggio di consegne? Per un grande campione che lascia, un piccolo fenomeno potrebbe tornare. Proprio alla vigilia di Parma - Juventus, recupero di campionato, il presidente Ghirardi, in una intervista a Tuttosport, parla del suo rapporto ottimo con la società  bianconera. E non solo. Apre a interessanti sviluppi di mercato per il prossimo futuro. Da una parte infatti c’é la questione Giovinco. Il piccolo grande fantasista della Nazionale si sta imponendo anche quest’anno. Giocando da seconda punta sembra aver trovato finalmente la giusta collocazione in campo, che gli ha permesso di esprimere a pieno tutto il suo valore e le sue eccezionali qualità . Al punto da convincere anche Prandelli, che ormai lo considera un punto fermo della squadra azzurra. La formica atomica sembra pronto e maturo per un grande palcoscenico. Che non può che chiamarsi Torino. C’era già  passato, a dir la verità , qualche stagione fa: tra il 2008 e il 2010, in biaconero, Giovinco però ha disputato la miseria di 34 partite (segnando 3 gol). Troppo poco per un giocatore che aveva bisogno di giocare per poter crescere calcisticamente. Cosa che é avvenuta a Parma, dove ha trovato la fiducia e un posto da titolare fisso. E i risultati si sono visti. La Juventus ha continuato a tenere d’occhio il giocatore, e ora sembra pronta a riaprirgli le porte. E proprio a questo proposito Ghirardi ha spiegato:
Andrea é esponente di una famiglia importante, é capace, é deciso. Ed é mio coetaneo. Abbiamo visioni simili: chi é anziano avrà  pure più esperienza, ma meno entusiasmo e meno spregiudicatezza. Mi capita spesso di parlare con Agnelli di cosa si possa e debba fare per rimodernizzare il calcio.Ogni volta che ci vediamo, e capita spesso visto che siamo entrambi nel consiglio di Lega, Agnelli mi chiede come sta Giovinco. C'é una comproprietà  libera, a fine stagione valuteremo insieme in base alla volontà  dei club e del giocatore. Nel caso dell'acquisizione in comproprietà  del giocatore, io e Agnelli ci siamo messi d'accordo in un minuto, stringendoci la mano. Non vedo perché non dovrebbe riaccadere. I rapporti tra club sono ottimi, ci sono sinergie. Appunto, la consacrazione di Giovinco ma anche il rilancio di Amauri. Dunque, valuteremo a tempo debito.

Insomma, le possibilità  che Giovinco torni alla Juventus ci sono tutte. I rapporti tra le due società  sono ottimi, e Ghirardi non si opporrà  a un ritorno a Torino del giocatore. Certo, i bianconeri dovranno pagare la valorizzazione del piccolo campione, ma l’investimento sarà  sicuramente ripagato da uno dei migliori talenti italiani del momento.
Ma Ghirardi non si ferma alla trattativa Giovinco. Anzi rilancia, a proposito del grande capitano bianconero Alex Del Piero. Come già  preannunciato da Agnelli, Pinturicchio lascerà  i bianconeri al termine di questa stagione. E il Parma, a detta dello stesso presidente, farebbe carte false pur di averlo in squadra:
Con Del Piero ho fatto due parole la settimana scorsa, negli spogliatoi. Stento a credere che una persona così possa abbandonare il calcio italiano. Mi auguro che possa restare: perché é un grande calciatore, ma anche un grande uomo. Se volesse continuare nel calcio italiano, qui a Parma troverebbe una porta aperta. Anzi un portone. Spalancato.

 

Redazione – .it






Articoli